What is a crypto travel rule?

Cos’è il Crypto Travel Rule e come influisce sulla decentralizzazione delle criptovalute

Reading time

Il mondo delle criptovalute è famoso per i suoi problemi di sicurezza e i rischi di controparte. Questo giovane settore ha registrato numerosi casi di incidenti paralizzanti legati a frodi, crimini dei colletti bianchi, varie truffe e altre attività malevole. Il motivo principale è che le transazioni in criptovaluta sono prive di tracciabilità e completamente anonime, il che offre ai malintenzionati un’enorme leva per condurre attività dannose.

I servizi finanziari legati alle transazioni in criptovalute hanno sofferto a lungo di questo spiacevole status quo. Tuttavia, la recente implementazione da parte del GAFI della regola sui viaggi in criptovaluta potrebbe finalmente cambiare le carte in tavola. Esploriamo la natura della regola sui viaggi e il suo potenziale impatto sul mondo delle criptovalute.

Punti Chiave

  1. La Travel Rule è stata introdotta nel 2019 dalla FTAF e viene rapidamente applicata in tutto il mondo.
  2. Travel Rule richiede alle aziende legate alle criptovalute di implementare procedure KYC e di monitorare le attività dei loro clienti.
  3. La crypto travel rule è stata progettata per combattere il riciclaggio di denaro e altri crimini importanti che vengono spesso commessi nel mercato delle criptovalute.

Comprendere la Crypto Travel Rule

Il Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale (GAFI) ha introdotto la Travel Rule nella seconda metà del 2019, colpendo praticamente ogni aspetto dell’industria delle criptovalute. È stata considerata un successore spirituale di leggi simili introdotte dalle reti di contrasto al crimine finanziario negli Stati Uniti. La travel rule ha rispecchiato la sua controparte fiat imponendo alle aziende di impiegare solidi protocolli di conoscenza dei clienti e salvaguardie. Le aziende considerate fornitori di servizi di criptovalute (CASP e VASP) devono conformarsi a queste norme entro un termine prestabilito.

La Travel Rule non è stata completamente imposta a partire dal 2023, poiché il GAFI ha concesso alle aziende un po’ di tempo per condurre una transizione senza problemi. Dopotutto, la travel rule richiede alle aziende legate alla criptovaluta di monitorare le identità e le informazioni personali dei loro clienti, cosa che non è stata nemmeno lontanamente implementata nella maggior parte dei fornitori di servizi di criptovaluta. 

Nonostante gli inconvenienti, la Travel Rule mira a migliorare i livelli di sicurezza dell’intero mercato delle criptovalute, riducendo al minimo le possibilità di frodi, truffe e attività di riciclaggio di denaro per gli asset virtuali. Ogni istituto finanziario sarà responsabile delle attività dei propri clienti, creando un senso di responsabilità nel settore. Il risultato ideale sarà che per i malintenzionati sarà sempre più difficile condurre attività illegali attraverso le criptovalute. 

Players importanti nel Travel Rule

Ora mettiamo in evidenza le figure centrali e le organizzazioni che hanno contribuito all’applicazione e all’evoluzione della Travel Rule all’interno dei settori dei viaggi e della finanza.

Task Force d’Azione Finanziaria (FATF)

L’organizzazione GAFI è stata costituita nel 1989 e attualmente rappresenta una delle maggiori autorità che combattono il crimine del riciclaggio di denaro in tutto il mondo. Il GAFI è l’ultima difesa contro il riciclaggio di denaro a livello internazionale e applica le regole KYC e di trasparenza. I requisiti KYC del GAFI sono severi ma soprattutto equi, in quanto consentono alle aziende di operare liberamente divulgando solo le informazioni di base sui loro clienti principali. 

I requisiti del GAFI 16 proposti nel 2019 sono diventati noti come Travel Rule, andando oltre il mondo del fiat ed entrando nel settore delle criptovalute. Sebbene i principi di base siano gli stessi, la travel rule è leggermente più severa rispetto alla controparte fiat. Ciò è dovuto alla natura delle criptovalute e alla maggiore difficoltà di catturare i criminali delle criptovalute. 

FATF member countries

I fornitori di servizi di asset virtuali (VASP)

I VASP sono l’oggetto della regola del viaggio applicata dai requisiti del GAFI 16. I VASP sono caratterizzati dal GAFI come entità che forniscono servizi di scambio di criptovalute o servizi di gestione. Pertanto, la Travel Rule si applica a piattaforme di scambio, broker, market maker, fondi di investimento e altre istituzioni correlate. Le società considerate VASP devono seguire le linee guida proposte dal GAFI e raccogliere informazioni sui loro clienti.

Ci sono alcune soglie da considerare. Non tutti i clienti sono abbastanza importanti da richiedere la divulgazione di informazioni. Pertanto, i VASP devono recuperare informazioni limitate dai clienti regolari e conoscenze complete da quelli rilevanti. La differenza in questo caso è l’indirizzo e la residenza reale dei clienti materiali per verificarne l’identità.. 

Who is a VASP?

Come influisce la Travel Rule sugli istituti finanziari?

L’implementazione della regola di viaggio delle criptovalute è stato un annuncio enorme nel mondo della blockchain. Fin dall’inizio, la regola del viaggio ha mandato onde d’urto in tutto il settore, segnalando diverse possibilità agli occhi dei vari partecipanti al mercato. Per alcuni, la travel rule è considerata la fine di questo settore. Per altri, invece, si tratta di uno strumento necessario per rendere il panorama delle criptovalute un luogo di commercio sicuro e fattibile. 

Approccio proattivo alla lotta al riciclaggio

money laundering cycle

Il primo ovvio vantaggio della Travel Rule è il suo approccio aggressivo nei confronti dei reati di riciclaggio di denaro. Le pratiche di monitoraggio dell’antiriciclaggio nelle criptovalute hanno lasciato molto a desiderare nella maggior parte degli anni 2010. A causa della completa decentralizzazione e dell’anonimato delle transazioni peer-to-peer, il rilevamento delle frodi AML era quasi inesistente.

Dopo tutto, è impossibile supervisionare le transazioni quando il loro scopo è il completo anonimato e la privacy. Se da un lato la decentralizzazione è importante per la blockchain, dall’altro le pratiche di riciclaggio di denaro hanno causato danni per diversi miliardi. Pertanto, è di estrema importanza prevenire questi crimini una volta per tutte. 

La Travel Rule richiederà a tutti i VASP di creare una base affidabile e strettamente monitorata di potenziali clienti sospetti. Le linee guida specificano le soglie richieste per il controllo dei clienti materiali e altre classificazioni. Di conseguenza, la travel rule può potenzialmente creare un ambiente più sicuro per le società di criptovaluta e i loro rispettivi clienti. 

Un ponte semplificato tra cripto e Fiat

How travel rule strengthens crypto and fiat connection

La conformità alle Travel Rule delle criptovalute ha anche un vantaggio secondario che potrebbe trasformare in meglio l’intero settore. Il legame tra il mondo delle criptovalute e quello delle valute finanziarie è sottile e comporta numerosi ostacoli. Per questo motivo, gli investitori scelgono per lo più uno di questi campi per operare, evitando troppe confusioni nel mezzo. 

La ragione principale è che gli investitori in criptovalute non si fidano delle transazioni. L’assenza di pratiche e linee guida antiriciclaggio è un grosso svantaggio per la maggior parte degli investitori in criptovalute. Con la Travel Rule, lo status quo può cambiare radicalmente in quanto le normative sulle criptovalute diventano più uniformi e standardizzate. In questo modo, molti investitori precedentemente scettici potrebbero essere motivati a dedicarsi alle criptovalute. 

Inoltre, il protocollo di messaggistica Travel Rule garantisce che i dati dei clienti trasferiti dai VASP siano completamente riservati e non minaccino la privacy dei singoli clienti. La combinazione dei fattori sopra descritti avrà un enorme impatto sulla trasparenza e sulla legalità del panorama delle criptovalute, dando ai possessori e ai trader di criptovalute un maggiore senso di sicurezza e comfort. 

La Travel Rule vanifica lo scopo della Blockchain?

Sebbene la regola del GAFI sulle criptovalute abbia implicazioni eccezionalmente positive per il panorama delle criptovalute, la comunità delle criptovalute esprime una preoccupazione colossale. Molti sostengono che la regola sui viaggi sia contraria all’aspetto di decentralizzazione della blockchain, che è considerata l’attrazione principale dell’intero settore. Sebbene questo sentimento sia tecnicamente vero, la maggior parte degli esperti di criptovalute considera la regola del viaggio come un “male necessario” all’interno del mercato. 

Il settore delle criptovalute ha sperimentato troppi casi di frode, furto digitale e crimini dei colletti bianchi per rimanere negligente in queste aree. È dolorosamente evidente che l’aspetto dell’anonimato viene utilizzato in modo scorretto per facilitare crimini di vario tipo. Pertanto, la Travel Rule è necessaria per garantire una crescita e uno sviluppo sicuri del settore. 

Considerazioni finali

Anche se molti considerano la Travel Rule controversa, questo massiccio cambiamento nel panorama normativo delle criptovalute è senza dubbio necessario. Il recente crollo diFTX, le numerose violazioni della cybersicurezza, gli incidenti di riciclaggio di denaro e molti altri crimini hanno reso evidente la mancanza di una regolamentazione adeguata in questo mercato. Il mondo delle criptovalute deve incorporare nuove regole per recuperare la fiducia del pubblico. La Travel Rule è un ottimo passo nella giusta direzione, anche se necessita di perfezionamenti e revisioni per diventare un meccanismo di potenziamento e non di limitazione.

Domande frequenti

Cos'è la cripto Travel Rule?

La Travel Rule è una normativa implementata a livello globale per combattere il riciclaggio di denaro e altri crimini legati alle criptovalute. Costringe le aziende a monitorare attentamente i propri clienti e a recuperare le loro informazioni personali per verificarne la legittimità.

Che cos'è un VASP?

I VASP sono soggetti alla Travel Rule. Queste organizzazioni devono recuperare i dati personali dei loro clienti ed effettuare il trasferimento dei dati Travel Rule alle autorità. L’intero processo è riservato e non mette a rischio la libertà dei singoli investitori.

Quali sono i requisiti KYC del GAFI?

I requisiti KYC obbligano le società VASP a recuperare tutte le informazioni essenziali dai clienti abituali e i dati completi dei clienti che effettuano trasferimenti di criptovalute.

Articoli recenti

B2BinPay at Finance Magnates Africa Summit 2024
B2BinPay is Bound for Finance Magnates Africa Summit 2024
16.02.2024
Crypto Expo Dubai 2024
B2BinPay To Present at Crypto Expo Dubai 2024
15.02.2024
B2BinPay v19, Instant Swaps and Expanding Blockchain Support
B2BinPay v19 è Qui, Swap Istantanei e Più Supporto di Blockchain
How Wrapping Coins Solves a Cross-Chain Problem
Come il Wrapping delle Monete Risolve il Problema del Cross-Chain
Formazione 13.02.2024